venerdì 30 dicembre 2011

Altro motorino abbandonato

E' legato, targato, ma evidentemente abbandonato da mesi.
motorino bianco abbandonato

Quel marciapiedi lo paghiamo tutti !

Non so quanto ci sia costato come cittadini il rifacimento del marciapiedi intorno a Villa Lais, al proprietario di quest'auto probabilmente non interessa. Non solo è salito con la ruota sopra al marciapiedi ma ha lasciato l'auto per almeno tre giorni in quella posizione. Significa che il signore è sicuro che nessuno lo multerà. 
Purtroppo!

via Deruta

Il farwest di via Gualdo Tadino

Situazioni quotidiane ed insopportabili per la loro pericolosità.
La smart è parcheggiata dietro ad un'altra smart ed occupa tutto un lato della carreggiata già ristretta dalla doppia fila di fronte.

via gualdo tadino

venerdì 23 dicembre 2011

L'altra faccia del NOPUP

Piazza San Domenico Savio in una normale sera durante la settimana, in questa piazza doveva essere realizzato un PUP che a furor di popolo fu osteggiato, perchè i lavori mettevano a rischio la mobilità del quartiere, creavano pericoli per i bambini dell'asilo e della scuola elementare, aumentavano lo smog e la sosta selvaggia e bla, bla, bla. 
Questo è quello che si è ottenuto per non fare il parcheggio sotterraneo, sosta sulle strisce pedonali davanti all'asilo, sosta in curva e sullo stop, inutile dire che i vigili non esistono.
Ne aveva scritto già ZonaLais nel 2007.

Piazza San Domenico Savio



lunedì 12 dicembre 2011

Piove niente targhe alterne ma calvario in metro

Stamattina è piovuto molto, un temporalone, ma niente di eccezionale.
Questo ha tacitato per un po' l'allarme per le polveri sottili e gongolano i contrari alle targhe alterne, ma non i virtuosi frequentatori della metropolitana, infati la metro A viaggiava stracolma ed a singhiozzo... per non parlare della metro B.

In pratica la danza della pioggia va bene per l'Assessorato all'Ambiente ma non per quello alla Mobilità.

Storie vecchie e nuove del Mandrione e di Casilina Vecchia


gli amici del comitato Casilina Vecchia - Mandrione

Foto e video d'epoca del Mandrione


Cristo al mandrione testo di Pasolini musica di Piccioni, le foto non tutte sono del mandrione, alcune sono relative alla zona dell'arco di travertino e tor fiscale, tuscolano ,appio, porta furba.

Sotto video che comprende anche riprese dal Mandrione.

giovedì 1 dicembre 2011

Venerdì 2 dicembre 2011 - targhe alterne ferme le pari

Dal sito del Comune di Roma:
"[...] in considerazione dei dati sulla qualità dell'aria rilevati dalle centraline Arpa, il provvedimento delle targhe alterne è stato disposto anche per domani, venerdì 2: lo stop in questo caso riguarda le targhe pari, incluso lo zero, per le stesse categorie di veicoli e nei medesimi orari, sempre nella Fascia Verde.[...]"
Rinnovo l'invito a provare ad utilizzare le biciclette o comunque a prenderle in considerazione, per informazioni sulla mobilità ciclabili consultate il forum dei Ciclomobilisti e le mappe ciclabili su google.

lunedì 28 novembre 2011

Giovedì 1° dicembre 2011 - targhe alterne ferme le dispari

Alla fine ci siamo arrivati... purtroppo.
Si apprende dal sito del Comune di Roma (o Roma Capitale) che giovedì ci saranno le targhe alterne e saranno ferme le dispari, sembra probabile che venerdì 2 dicembre tocchi alle targhe pari.
Inoltre a prescindere dalla targa resta in vigore il blocco per i veicoli più inquinanti.

la pagina del sito del Comune di Roma
Stasera tornando a casa non si riusciva a camminare per le auto sul marciapiedi o sugli attraversamenti pedonali. via Muzio Scevola, via Furio Camillo, via Santa Maria Ausiliatrice non si riesce ad attraversare. 
E ci sono auto in giro che cercano parcheggio, sgassando e fermandosi in doppia e tripla fila aumentando lo smog.
Nel frattempo nel parcheggio appena aperto in via Don Rua campeggiano diversi cartelli AFFITTASI BOX, ma chi spende soldi per un parcheggio quando può parcheggiare gratis sia se parcheggia bene che se parcheggia male ?
Se questa è civiltà poveri noi.

domenica 27 novembre 2011

Poi la gente si lamenta della pavimentazione di via Furio Camillo

camion sul marciapiedi
Nel recente incontro pubblico con la Presidente del Municipio IX, qualcuno si era lamentato della pavimentazione dei marciapiedi di via Furio Camillo, molte delle betonelle si rialzano o si sono staccate.
E' vero molto è dipeso da chi ha fatto il lavoro a suo tempo, senza molta cura, come ormai è prassi visto che nessuno controlla o comunque nessuno da peso alle lamentele dei cittadini.
Però molto, moltissimo, dipende anche dall'uso improprio, il camion nella foto spesso e volentieri sale sul marciapiedi, ieri si era proprio accomodato, e siamo davanti ad una scuola!

Ma non è il solo a danneggiare la pavimentazione, ci sono ormai auto (ed anche i furgoni dell'AMA) parcheggiate sul marciapiedi all'altezza di Eldo sul passo carrabile, ostruendo la pista ciclopedonale, ed infine i motorini fanno su e giù parcheggiando senza molti complimenti, lo sapete no come funziona il cavalletto di uno scooter pesante ? è un'ottima leva...


Furti in auto in via Paolo Albera

Ancora una volta un finestrino rotto, stavolta forse hanno tentato prima di forzare la portiera ma evidentemente hanno poi deciso di andare per le spicce. 
Ma vale la pena il rischio di rompere un vetro non sapendo cosa c'è dentro un'auto... che tra l'altro è molto vecchia ?
finestrino rotto e portiere divelta

Maestoso: diritti e doveri

Manifesto appiccicato ovunque
La situazione del Maestoso appare critica, gli appartamenti che si trovano nel complesso sono stati occupati dopo che gli inquilini originali sono stati sfrattati dalla proprietà che a quanto pare vorrebbe chiudere anche il cinema e ristrutturare il tutto trasformandolo.

Non entriamo nel merito della vicenda perchè è una delle situazioni drammatiche che riguardano Roma, ma visto lo stato in cui è ridotto il complesso la proprietà dovrebbe essere costretta a ripristanare almeno il decoro a livello stradale e gli occupanti dovrebbero evitare di insozzare con manifesti che oltretutto nessuno legge. Un buon vecchio banchetto sarà sicuramente più utile per far capire come stanno le cose.

Ma sto cane si è perso o c'e' sotto altro ?

Da almeno una settimana si vedono affissi su pali, muri, cabine ecc., volantini artigianali con questo appello, che colpisce per il tenero sguardo del cane, un pitbull di due mesi, riflettevo su come fosse possibile perdere un cane così piccolo (cui tra l'altro sono state tagliate le orecchie, ma non era vietato?) e sul fatto che se non lo trovavano poteva diventare un pericolo, immaginatevi un pitbull  randagio...
Ma stasera a San Giovanni mi sono imbattuto in questi manifesti. 
strano no ?
Non sembra un pò strano che qualcuno possa, per quanto affezionato ad un cane, spendere tanti soldi per dei veri e propri manifesti (per non parlare dell'alta ricompensa) tra l'altro affissi con la tecnica di chi affigge per mestiere (nessuno sprecherebbe tre manifesti a colori di quella qualità sullo stesso supporto). C'è anche un appello web.

A me la cosa puzza.

venerdì 25 novembre 2011

Rapina alla CONAD in zona via Macedonia

Roma si trasforma e peggiora, la criminalità aumenta e si attuano rapine non più solo nelle gioiellerie e tabaccherie ma addirittura in pieno giorno nei supermercati. E' impressionante se si pensa che il sindaco era salito al Campidoglio con l'idea (e grazie ai proclami) di fare lo sceriffo e sventolando la tolleranza zero.

Dal sito Abitare a Roma:

Armi in pugno, si erano appena fatti consegnare il denaro dalle casse del supermercato Conad di via Gregorovius e si stavano dando alla fuga sfilandosi i passamontagna dalla testa. Ma in quel preciso momento transitava una pattuglia del IX Gruppo.
I tre malviventi hanno allora tentato di dileguarsi correndo per le vie limitrofe, cercando scampo tra sensi vietati e strade private. In ultimo si sono rintanati in un cortile condominiale di via Numanzia.
E’ qui che gli agenti sono riusciti a catturare uno dei rapinatori mentre gli altri due facevano perdere le loro tracce da uscite secondarie.

Giornata di protesta contro le affissioni abusive

A quanto pare oggi i blogger romani (riporto l'esempio di MiglioraRoma su tutti, ed il blog che più di tutti si è distinto nella lotta per una città vivibile RomaFaSchifo) hanno deciso di protestare tutti insieme contro il fenomeno dell'affissione abusiva, non più solo guerra sacrosanta ai cartelloni abusivi, ma anche a tutti i tipi di affissione che sporcano la città.

Novembre 2011 - Largo Tacchi Venturi/via Latina
Anche RomaNoveha riferito sovente e l'ultimo caso è veramente sintomatico (vedi anche foto sopra) del fatto che i politici vivano fuori della realtà e che fa loro piacere fare finta di non sapere, asserendo che loro commissionano solo l'affissione.

Giusto citare anche le segnalazioni di ZonaLais (che purtroppo ha chiuso i battenti) che nel maggio 2007 (pinzillacchere rispetto a ciò che accade oggi) aveva iniziato a segnlare i comportamenti ignobili delle agenzie immobiliari ed a segnalare al comune tali situazioni, vedi foto sotto.


maggio 2007 - via Paolo Albera
Parlando di affissioni abusive non ci si può esimere dal citare colui che è stato più affisso e nei posti più assurdi, le cui tracce non solo non scompaiono ma continuano a comparire ovunque (vedi foto sopra).
Certo tantissimi affiggono abusivamente, ma mai nessuno ha toccato queste vette... un incubo, vedi qualche foto relativa al periodo che va dal 2006 ad oggi:

questa è la chicca: foto del 2008 - volantino attaccato nel 2006!


mercoledì 23 novembre 2011

29 novembre 2011, ore 17.00 - incontro pubblico: Piano Casa, nell'interesse di chi?

Nonostante dal titolo e dalle sigle dei partecipanti sia chiaro che chi partecipa è schierato contro il Piano Casa proposto dal precedente governo, segnalo questo incontro perchè forse a molti sono sfuggite le nuove costruzioni comparse lungo via Appia all'altezza di Torre Fiscale. Credo che questa sia un'ottima occasione per capire qualcosa in più sull'argomento.
Piano Casa, nell'interesse di chi?
Roma, 29 novembre 2011, ore 17.00
Teatro Furio Camillo - Via Camilla 44
Introduce: Susi Fantino Presidente Municipio IX
Partecipano:
Esterino Montino Capogruppo PD - Consiglio Regione Lazio
Luigi Nieri Capogruppo Sel - Consiglio Regione Lazio
Andrea Alzetta Capogruppo La Sinistra L'Arcobaleno - Roma Capitale
Lorenzo Parlati Presidente Legambiente lazio
Antonio Castronovi CGIL e Lazio
Coordina :
Daniela Preziosi Il Manifesto

Rischio accorpamento per il IX Municipio

Dopo mesi di silenzio di nuovo notizie circa l'accorpamento del IX Municipio all'interno di altri già esistenti, ne avevano scritto ad aprile scorso sia il Pungolo che il Messaggero e si paventava lo smembramento del IX in tre parti con annessione ai municipi limitrofi.
Ora, fonte il Messaggero, sembra che il IX° debba essere accorpato al X° creando però un ulteriore municipio monstre allungato da Ciampino alle Mura Aureliane.

Ma il problema di fondo sono le dimensioni e la morfologia, ho l'effettivo potere e relativi fondi concessi proporzionalemnte al singolo municipio con autonomia vera, e senza lotte politiche ?
Se non si vuole una leadership politica nei municipi si torni ad una leadership amministrativa con un presidente di circoscrizione nominato dal sindaco ma che risponda direttamente del proprio operato ai cittadini, altrimenti non si vede a cosa serva questa suddivisione se non per ragioni organizzative interne al comune.



Metro A: servizio non attivo tra Termini e Arco di Travertino


Metro A: servizio non attivo tra Termini e Arco di Travertino
Per consentire un intervento di manutenzione straordinaria nella zona di congiunzione tra metro C e metro A, presso la stazione San Giovanni, il servizio della linea A è momentaneamente sospeso tra le stazioni di Termini e Arco di Travertino.
In strada ci sono bus navetta. Regolare, invece, il servizio Termini - Battistini e Travertino - Anagnina.
23/11/2011
Fonte: Agenzia Mobilità Roma

 Bel problema considerato che oggi c'e' anche il blocco dei veicoli più inquinanti.

lunedì 21 novembre 2011

Roma Capitale e le affissioni abusive: fate pace cor cervello!

Largo Tacchi Venturi - lato ingresso in Caffarella
Giorni fà segnalavo l'evento per i blogger antidegrado organizzato dall'Assessorato all'Ambiente, e nel testo scrivevo:
"... tutto il resto è fuffa! Prova ne siano i manifesti dell'incontro pubblico con il Sindaco Alemanno ad Arco di Travertino di venerdì scorso, affissi senza nessuna pietà ovunque..."

li avevo visti sull'ascensore della Metro A a Furio Camillo, ma poi li ho visti anche sul cassonetto a Largo Tacchi Venturi ed un amico mi ha gentilmente fatto dono della foto di cui sopra.


Roma Capitale è davvero contro le affissioni abusive ed il degrado ? allora fate pace cor cervello.

Metro C - polemiche per ritardi e danni, ma anche apprensioni per le aperture

Se da una parte i comitati del VI Municipio, Pigneto in particolare, si lamentano per i ritardi previsti e per problemi di stabilità degli edifici, dall'altra nel IX (e non solo) c'e' apprensione per le aperture future, perchè lo scadenziario proposto sul sito nel PDF di RomaMetropolitane è inquietante:
  • La prima tratta che viene messa in servizio è la Monte Compatri/Pantano-Parco di Centocelle, con 15 stazioni. Tempo previsto per la fine dei lavori: giugno 2012.
  • La seconda tratta che viene messa in servizio è la Parco di Centocelle-Lodi, con 6 stazioni.
    Tempo previsto per la fine dei lavori: dicembre 2012.
  • La terza tratta che viene messa in servizio è la Lodi-San Giovanni.
    Tempo previsto per la fine dei lavori: dicembre 2013.
  • La quarta tratta che viene messa in servizio è la San Giovanni-Fori Imperiali/Colosseo, con 2 stazioni. Tempo previsto per la fine dei lavori: giugno 2016.
Questo significa che a dicembre 2013, ossia fra due anni circa, San Giovanni diventerà il capolinea della Metro C e resterà tale per almeno 3 (tre) anni o forse più visti i ritardi attuali.
Non so se avete presente il carico umano che ogni mattina viene traportato sulla MetroA da Anagnina a Termini (ed oltre), come entreranno i passeggeri della linea C nei treni della Linea A ?

dal pdf di RomaMetropolitane.



Chissà se qualcuno ha calcolato l'impatto di questa schedulazione, probabilmente dovuta ai ritardi ed alla progettazione a singhiozzo, causa la cronica mancanza di fondi. Diverso sarebbe se la metro portasse direttamente a San Pietro, allora si che non ci sarebbe aggravio se non per chi mira a Termini, e comunque non sarebbero pochi.

In tutto questo sperticato giro di lodi, continua a permanere un dubbio profondo, come mai non si è puntanto a risolvere il problema del passaggio da Tiburtina all'EUR, passando per cinecittà ?
Si sarebbero unite tre capolinea (o quasi) della metro e tutti gli spazi intermedi sfruttando anche l'esistente ferrovia Roma-Pantano:
  • Ponte Mammolo - linea B
  • Casilina/Togliatti - linea Roma - Pantano
  • Anagnina - linea A
  • Laurentina - linea B
Benefici ottenibili:
- snellito il carico della linea B in direzione termini - da coloro che vanno dalla tiburtina verso l'eur
- snellito il carico della linea A in direzione termini - da coloro che vanno dall'anagnina verso l'eur
- snellito il carico e rivalutata la Roma - Pantano;
Chissà perchè ? eppure c'è chi ne parla da anni.

Sgomberati da Arco di Travertino: si accettano scommesse su dove andranno ora

Da Abitare a Roma:

"Sgombero Arco di Travertino
Avevano occupato abusivamente un manufatto adiacente alle Tombe Latine - 21/11/2011
Sgombero all’Arco di Travertino accanto alle Tombe Latine Un manufatto adiacente alle Tombe Latine è stato sgomberato dagli occupanti in via dell’Arco di Travertino dalla Polizia Locale di Roma Capitale del IX Gruppo. La costruzione, situata in un fondo privato di 600 mq. e appartenente a una società, era già stata dichiarata inagibile nel novembre del 2003. All’epoca, a seguito di un incendio, quattro romeni vi avevano perso la vita. Gli agenti del IX Gruppo, diretto dalla comandante Nadia Iacovella, hanno identificato 12 persone di nazionalità romena che componevano, tra adulti e minori, 3 nuclei familiari. A tutti è stata offerta assistenza alloggiativa ma gli occupanti l’hanno rifiutata dicendo che si sarebbero sistemati presso parenti e conoscenti. Il fondo è stato quindi riconsegnato sgomberato alla proprietà per effettuare le impellenti opere di pulizia e provvedere alla messa in sicurezza della recinzione e del manufatto per evitare nuove occupazioni."
Se uno sa leggere si pone queste semplici domande:
  • davvero queste persone andranno da parenti e conoscenti? 
  • dove vivono questi ospitanti in accampamenti abusivi? 
  • come mai non li hanno ospitati prima? 
Probabilmente avranno rifiutato l'offerta di assistenza alloggiativa perchè li porta troppo lontano dal lavoro (ma lavorano?), altrimenti di fronte al freddo di questi giorni, all'umidità di quella zona ed alle piogge torrenziali cui sono stati esposti, come si può pensare che non la utilizzerebbero ?
Insomma non so ma qualcosa non mi torna, chissà se è stata verificata la veridicità delle ospitalità dichiarate.


Senzatetto trovato morto in via della Stazione Tuscolana

Da Omniroma (notizia di ieri):
STAZIONE TUSCOLANA, SENZATETTO TROVATO MORTO IN STABILE ABBANDONATO.
Un cittadino romeno di 43 anni è stato trovato senza vita, ieri sera intorno alle 22.30, in uno stabile abbandonato di via della Stazione Tuscolana. Sul corpo dell'uomo, senza fissa dimora, non sarebbero stati riscontrati segni evidenti di violenza. Sulla vicenda indagano i carabinieri che, al momento, ipotizzano un decesso per cause naturali.

venerdì 18 novembre 2011

Scoperto lo "scienziato" che ha fatto recintare la Caffarella


la recinzione visibile da via dell'Almone
“Lo scopo di una buona amministrazione politica non può avere intenti autoreferenziali , ovvero assolvendo il proprio operato e legittimando la propria inerzia operativa nei confronti dei cittadini, ma, al contrario, coloro che sono stati eletti hanno il dovere ancorché l’obbligo di esercitare tutte le opzioni a vantaggio dei cittadini; l’intervento della messa in sicurezza del Parco della Caffarella è un tangibile e concreto esempio di buona amministrazione. Mi sia consentito esprimere infine gratitudine all’amico Fichera che, con il mio contributo, ha reso possibile tale iniziativa tesa a garantire maggiore sicurezza ai cittadini.
Prof. Claudio Lombi, Presidente del Consiglio del IX Municipio”
Tratto dal pdf pubblicato dal Comitato per il Parco della Caffarella, molto polemico (e non sono i soli) circa la recinzione lunga 10 chilometri(!) è costata 200.000€ di fondi regionali.
Le affermazioni di Lombi sono state dedotta da il Pungolo foglio di quartiere del Comitato Arco di Travertino.

L'idea della recinzione era nata sull'onda del raccapriccio popolare per lo stupro di una ragazza che però è avvenuto in un'area che non è comunque inclusa nella recinzione, ne vi è inclusa l'area del centro informazioni oggetto di danneggiamenti, insomma tutto tranne risolvere il problema della pericolosità, visto che in alcuni punti la rete è già stata tagliata.

Tra l'altro questa recinzione limita l'accesso in Caffarella dei ciclisti urbani che usano i passaggi per evitare la strada, ed il costo, 200.000, euro è superiore allo stanziamento 2012 di Roma Capitale per la mobilità ciclabile che è stato stimato in 41.000 euro...

giovedì 17 novembre 2011

Domenica 20 novembre 2011 blocco totale del traffico in fascia verde

Dal sito di Roma Capitale:

"Il Campidoglio ha disposto per domenica 20 novembre, dalle 8.30 alle 17.30, il blocco della circolazione per i veicoli privati all’interno della Fascia Verde, per contenere l’aumento dei livelli degli inquinanti che negli ultimi giorni hanno superato i limiti fissati. Il servizio di trasporto pubblico verrà potenziato come descritto di seguito.
 
Il provvedimento
Blocco totale domenica 20 per tutti i veicoli privati ad eccezione degli autoveicoli euro 5, dei motocicli euro 3 e dei mezzi alimentati a gpl, metano, a trazione elettrica e ibridi. I dettagli a breve sulle pagine web del Dipartimento Ambiente.
Limiti anche al riscaldamento domestico: le caldaie non potranno superare i 18 gradi centigradi.
la fascia verde incorpora tutto il nostro municipio
La fascia verde comprende interamente il territorio del IX Municipio come si vede dall'immagine di cui sopra tratta dal documento ufficiale (PDF)

Si ricorda che il IX Municipio è dotato di numerosi collegamenti bus, metro ed autobus... e che si possono utilizzare anche le biciclette per spostarsi.

martedì 15 novembre 2011

Il degrado di via Assisi e dintorni (resoconto dell'incontro pubblico)

Ieri sera sono stato all'incontro pubblico presso la parrocchia [Parrocchia Corpo e Sangue di Cristo in via Narni] dalle 17:30 alle 20:00 circa (prima e dopo non ho avuto modo di partecipare), organizzato dal IX Municipio, propongo alcune riflessioni ed un piccolo resoconto.

durante l'incontro.
Nonostante il titolo apparentemente positivo "Quali Proposte e Soluzioni per migliorare la qualità urbana", è apparso subito chiaro che l'assemblea è stata convocata non per migliorare qualcosa, ma per discutere il pesante carico di problemi, sia quelli che assillano tutti i Romani (sosta selvaggia, proprietari di cani maleducati, sporcizia ecc., sicurezza ecc.) sia quelli più specifici di questo piccolo quadrante ma che si riverberano anche sul resto del quartiere fino a via Umbertide ed al Mandrione.
 
filmato di una senzatetto che dorme in strada su via Assisi
 
Penso di conoscere bene il quartiere e frequentandolo avevo notato un aumento del numero di persone che ciondolano su via Assisi, via Nocera Umbra e su via Amelia, ma non avevo avuto sentore del profondo disagio causato ai residenti, i quali erano giustamente arrabbiati. Anche se questa arrabbiatura è stata mal indirizzata verso quelle persone disagiate e verso il municipio che tutto sommato credo abbia poco o nulla potere in merito, forse anche incoraggiati da personaggi dell'opposizione che soffia pericolosamente sul fuoco di queste situazioni. Non sono mai stato tenero con questa amministrazione municipale, ma sentir dire da una signora che Tredicina (neanche si ricordano bene il nome, eppure è sui tutti i muri tutto l'anno...) ha risolto problemi in zona (con quale titolo e quali fondi? boh! sembra sempre che si parli di un santone arriva e fa miracoli... forse basta esporre un manifesto abusivo come ne ha sempre) o dalla rappresentante UDC affermare che era stata esclusa dall'incontro via Amelia, quando in realtà il quadrante oggetto dell'invito coinvolge pienamente quella strada. Insomma dare addosso purchè sia...


Comunque, in via Assisi 39 da anni è attivo un centro ospitalità o di assistenza notturna che supporta i senzatetto e gli sbandati, ma l'aumento di persone che sono precipitate in codinzioni di povertà e l'altissimo tasso di immigrazione di questi ultimi due/tre anni, ha esteso su tutta via Assisi e sulle zone limitrofe un elevato numero di persone che bivacca in strada, che usa le fontanelle per lavare i panni (e questo sarebbe il minimo) ma anche per lavarsi integralmente creando disagi a chi abita quei luoghi. Inoltre queste persone comprensibilmene debbono provvedere ai propri bisogni corporali ed in assenza di meglio lo fanno in strada. Pare addirittura che si siano verificati ripetutamente atti osceni causati dall'approfittarsi di una giovane con problemi psichici da parte di alcuni sbandati, sempre sotto gli occhi di grandi e piccini.

A questa situazione si è aggiunta l'occupazione abusiva degli edifici dell'Ente Nazionale Cellulosa e Carta, in via Assisi 163 che a quanto pare "ospita" dai 125 ai 160 senzatetto (con minori) che sono conosciuti alla pubblica sicurezza (gente che lavora e la sera torna per dormire), in più ci sono sbandati che di notte accedono dall'area della ferrovia creando forti problemi di sicurezza.
I cittadini vengono da un'estate passata a cercare l'aiuto delle forze di polizia, di cui si lamenta la scarsa o nulla presenza, per far cessare risse ed altri problemi di degrado.
Si prevede lo sgombero ma giustamente, secondo me ed altri intervenuti, la Presidente pretende certezze per coloro che saranno sgomberati, sia per ragione umanitarie, sia per puro buonsenso perchè non avendo altro posto dove andare si sparpaglieranno in mille rivoli nelle zone limitrofe, spostando solo il problema e probabilmente rendendolo ancora meno controllabile.

via Assisi 163 - edifici dell' "Ente Nazionale Cellulosa e Carta"
vista dall'alto
su google maps (da cui sono tratte le immagini dal piano strada e dell'alto di cui sopra) è possibile vedere bene la zona e le problematiche anche se si tratta di foto datate.

Alcuni interventi di cittadini in ordine cronologico.

CITTADINO:
  • molti passi carrabili illegali su via Assisi, si chiede alla Polizia di Roma Capitale di verificare;
  • strade e marciapiedi ampi, si suggerisce di introdurre la sosta a spina di pesce o a pettine e poi ridurre lo spazio per evitare la sosta vietata o la doppia fila;
  • nel Passetto del Mandrione ci sono angoli retti pericolosi mancano specchi che consentano di verificare chi c'e' dietro l'angolo. inoltre la grondaia ad altezza della testa è molto pericolosa (maddai!??!)
  • mancano panchine nell'area cani di via Nocera Umbra.
CITTADINA:
  • su via del mandrione è diventato impossibile camminare, chi deve recarsi a piedi (non possedendo l'automobile) su via di Porta Furba per raggiungere via tuscolana all'altezza di arco di travertino, rischia la vita anche perchè sotto al ponte ferroviario il marciapiedi è strettissimo e le automobili sfiorano i pedoni.
  • ci vuole più rispetto e sicurezza per i pedoni.
    Comitato via Amelia:
    • degrado dovuto ai senzatetto;
    • mancata potatura dei platani;
    • lamentela circa mancate risposte da parte del municipio (maddai!?!?)
    Sig. Marco Ferro:

    • ha raccontato la storia degli edifici dell'ex cellulosa e carta e l'abbandono degli edifici che tra l'altro sono stati dichiarati inagibili e quindi non riassegnabili ad altra attività/istituzione a causa di un incendio che ne ha danneggiato le strutture. la struttura secondo una sua stima potrebbe ospitare fino a 300 persone.
    Sig. Marco Ricca:
    • la pista ciclabile di via Nocera Umbra che è utilizzata da molte persone che usano la bicicletta per andare al lavoro spesso è inaccessile a causa di automobili parcheggiati nei punti di accesso o intersezione, cosa che impedisce anche l'attraversamento della strada a pedoni ed a disabili. Stesso discorso per il tratto su via Furio Camillo;
    • anche i cani, mai tenuti al guinzaglio e che avrebbero un'area loro dedicata sono pericolosi per i ciclisti, che ha ricordato in presenza di una pista ciclabile o ciclopedonale sono comunque costretti ad utilizzarla.
    • si associa alla richiesta di apporre specchi e risolvere il problema grondaia nel Passetto del Mandrione.
    Sig. Del Ferro:
    • doppia fila quotidiana con intasamento e traffico nella parte finale di via Nocera Umbra a causa dell'ufficio postale, bar, tabaccaio ed altri esercizi commerciali i cui clienti lasciano maleducatamente l'auto in sosta vietata. Per evitare imbottigliamenti suggerisce di invertire il senso della circolazione di via Otricoli e di via Assisi. ciò eviterebbe anche gli incidenti stradali causati da chi cerca di girare da via Tuscolana pur essendo vietato;
    • via nocera umbra è diventato un canile senza controllo sia per gli escrementi non raccolti, che per la sicurezza dei bambini;
    • via nocera umbra, l'impianto di innaffiamento è inattivo da tantissimo tempo con conseguente danneggiamento dell'erba a vantaggio di erbacce;
    • via nocera umbra, macchine in sosta sui passaggi pedonali e ciclabili si richiede l'intervento dei vigili.
    • l'angolo di via narni andrebbe protetto con dei paletti per evitare il parcheggio delle automobili sul marciapiedi;
    • via Nocera Umbra, troppi (e troppo grandi) cartelloni pubblicitari che deturpano la vista dello splendido viale dal lato di via Tuscolana, stesso problema sul ponte della ferrovia.
    CITTADINO:

    • Via Amelia è diventata una casba, questa estate ha dovuto chiamare la polizia per una rissa
    • su via del Mandrione dal civico 18 al 24 c'è un divieto di sosta che non viene rispettato creando seri problemi al passaggio di pedoni ed automobili;
    • Su via Assisi c'è uno strano divieto di sosta con posti riservati all'AMA davanti ad una sede distaccata di un ente governativo, si chiede ai vigili di verificare;
    Roberto FEDELI (Consigliere Municipale):
    • i senzatetto del centro di assistenza si riversano su tutto il quadrante;
    • nel periodo 2009/2011 sono aumentati i fenomeni di mcrocriminalità, degrado e danneggiamenti alle auto;
    • non è vero che non si può collaborare con il Campidoglio, proprio recentemente è stato ripulita l'area antistante l'ex-supermercato MAXI-SIDIS e chiuso in modo da evitare occupazioni abusive.
    CITTADINA:
    • da quando hanno chiuso l'area del MAXI-SIDIS i senzatetto dormono in strada, su via Assisi e zone limitrofe (anche in via Lugnano in Teverina e via Paolo Albera - Nota di RomaNove);
    • davanti al civico n. 7 di via Assisi c'e' un barbone fisso;
    • continui atti osceni, anche davanti ai figli piccoli.
    • i senzatetto assistiti dal centro di accoglienza si lavano anche parti intime alle fontanelle di via assisi e via amelia;
    • anche la cabina della Telecom è diventata un bagno pubblico.
    Priscilla Crisci:
    • giovane giornalista abitante nel municipio offre la disponibilità della WebTV che ha costituito insieme ad alcuni giovani colleghi per documentare situazioni di degrado ma anche le bellezze del municipio.
    CITTADINO:
    • del degrado non si può dare solo colpa alle istituzioni, occorre anche farsi un'esame di coscienza ed evitare comportamenti che provocano disagi a tutti: escrementi e cani senza controllo, parcheggi in sosta vietata e doppia fila ecc.
    CITTADINA:
    • Propone la realizzzazione di bagni pubblici fruibili sia dai senzatetto che da chi ha un bisogno estemporaneo, dietro un piccolo pagamento come ha visto a Firenze.
    CITTADINO (molto agitato ed insofferente):
    • afferma che l'assemblea è stata convocata solo perchè i residenti hanno iniziato a protestare in modo veemente e forte, e che le istituzioni municipali e comunali non hanno alcun interesse a risolvere il problema.


    RISPOSTE dalla Comandante del IX gruppo di Polizia di Roma Capitale
    ex cellulosa: i vigili hanno fatto molti interventi e l'edificio è inagibile, ma hanno dovuto ritirarsi di fronte all'atteggiamento molto aggressivo degli occupanti, stanno concertando un intervento congiunto con la Polizia di Stato (commissariato di San Giovanni), è stato sollecitato lo sgombero.
    traffico: i vigili non si occupano solo di traffico, ma anche di edilizia, annonaria ecc., quindi non sempre possono intervenire inoltre spesso sono comandati dal Campidoglio a servizi extra-municipio. La comandante chiede comunque di chiamare il numero di vigili e fare ripetute segnalazioni.
    altri temi: cani, ciclabili, passi carrabili ecc. ha preso nota e vedrà di promuovere degli interventi.


    RISPOSTE della Presidente Fantino.
    ex cellulosa: credo che a breve uscirà un comunicato ufficiale, comunque ha parlato di necessità di operare nel rispetto della costituzione e dei diritti umani, evitando di risolvere il problema semplicemente per vie giudiziarie.
    mobilità ciclabile: la regione lazio per mano della presidente Polverini ha definanziato la realizzazione già prevista del completamente del collegamento ciclabile nocera umbra/caffarella, ma che da fondi che erano previsti per altre iniziative assimilabili forse si riuscirà a costituire i fondi per realizzare un percorso ciclopedonale protetto su strada che dovrebbe essere migliore della modalità ciclopedonale.
    vigili urbani: la comandante pur collaborando con il municipio è a capo di un'entità autonoma quale il IX gruppo, e spessissimo la comandante si vede costretta a non ottemperare alle richieste della Presidente, causa ordini superiori che coinvolgono i vigili in altre situazioni: fludificare il traffico, manifestazioni ecc.
    Un esempio è stato lo studio realizzato dalla Presidente circa il supporto alla pulizia automatizzata svolta dall'AMA (in cui i vigili sono chiamati ad elevare multe ed eventualmente far rimuovere le auto in sosta vietata per consentire la pulizia approfondita con il macchinario) per alcune strade non c'e' stata per tutto l'anno con il risultato che quelle strade non sono MAI state pulite. La presidente sta cercando di correre ai ripari chiedendo all'AMA un sistema alternativo di pulizia.
    Per quanto riguarda la sosta vietata la presidente ha ribatito il caso di via Albalonga dove a qualunque ora del giorno e della notte si verificano casi di sosta in terza e quarta fila, ma anche le sue segnalazioni spesso non trovano riscontro a causa degli impegni dei vigili su più fronti.
    cani ed escrementi: non si può fare una sorveglianza continua occorre stimolare il senso civico di tutti i cittadini.


    Riflessione personale: a me non sono piaciute certe risposte della Fantino relativamente ai problemi "minori", ha detto che nei paesi civili i portieri dei palazzi tengono puliti i marciapiedi di pertinenza e che non si possono mettere i vigili dietro ai cani. forse non si rende conto che fare certe affermazioni equivale a dire spicciatevela da soli, il che rischia da una parte di di ridurre a lumicino la fiducia nella legge ed accrescere quel senso di giustizia fai-da-te che diventa pericoloso, dall'altra di accrescere quel dilagante menefreghismo per il rispetto delle regole perchè tanto nessuno mi punisce.
    Ho chiesto quindi alla Comandante che sia applicata tolleranza zero verso qualunque violazione sanzionabile dai suoi colleghi, deve essere ristabilito almeno il rispetto della legge se non quello del prossimo.



    Conclusione:
    Non ho la pretesa di aver colto tutto e di aver riportato fedelmente gli interventi, ma l'ho fatto con estrema correttezza, e mi auguro che altri contribuiscano a completare il quadro informativo.

    lunedì 14 novembre 2011

    Parte dal decoro-degrado la campagna elettorale del sindaco ?

    Improvvisamente qualcuno al Comune di Roma si accorge che c'è una pletora di siti e sitarelli, blog e non, che li martella sul decoro/degrado, qualcuno da anni, altri solo da poco tempo visto che ormai il degrado è diventato insopportabile, e decide che bisogna fare qualcosa... per lusingarli ed ingraziarseli in vista delle prossime elezioni che si avvicinano ?

    Non vedo quale altro scopo ci possa essere in una iniziativa simile visto che la sensibilizzazione con romani e ospiti NON funziona, l'unico modo è far rispettare la legge, almeno introitando multe (o come amano dire i furfanti ed i maleducati: "facendo cassa") che consentano di coprire i costi del ripristino.

    Cosa possono i blogger oltre che segnalare i fatti ? sarebbe utile che i segnalatori fossero in qualche modo aiutati nella loro opera meritoria, non con soldi o visibilità, ma con un numero di telefono o un recapito e-mail privilegiato cui inviare le segnalazioni e ricevere per tempo e con concretezza notizie sull'avanzamento delle operazioni di ripristino.
    Questo devono fare se vogliono riconoscere i meriti e la serietà dei blogger, tutto il resto è fuffa!
    Prova ne siano i manifesti dell'incontro pubblico con il Sindaco Alemanno ad Arco di Travertino di venerdì scorso, affissi senza nessuna pietà ovunque, in particolare mi hanno colpito quelli attaccati sull'ascensore della Metro A a Furio Camillo.

    Una campagna di sensibilizzazione con Live Bloggin pomeridiano mi sa invece di un modo per blandire (o allisciasse come se dice a Roma) i blogger che finalmente avranno un riconoscimento: 
    "so' stato puro ar laiveblogghinghe der sinneco".

    I blog esistono perchè c'e' il degrado ed andrebbero ascoltati e risolti i problemi da essi sollevati, risolti quelli sarà venuta meno la necessità di blog simili... rimarranno solo quelli che si occupano anche di altro e se ne occupano a prescindere al colore dell'amministrazione...

    Aggiungi didascalia

    giovedì 10 novembre 2011

    Martedì 15 novembre 2011 - Assemblea Pubblica in via Narni

    Dal sito del IX Municipio:

    Assemblea Pubblica
    Quadrante Via Tuscolana, Via Assisi, Via Nocera Umbra, Via Campello sul Clitunno
    Quali Proposte e Soluzioni per migliorare la qualità urbana
    15 novembre ore 17.00
    c/o Parrocchia Corpo e Sangue di Cristo
    Via Narni n. 19.
     

    Questa è la mappa del quadrante interessato.

    Visualizza Quadrante Assemblea Pubblica del 15 novembre 2011 in una mappa di dimensioni maggiori

    giovedì 3 novembre 2011

    Bibliopoint Savinio chiude ?

    Apprendo da Abitare a Roma che è chiuso uno dei bibliopoint del IX municipio ospitato presso il Liceo Artistico Giorgio De Chirico in largo Pannonia. Non si fa in tempo a dare una buona notizia che già ne incombe una negativa.

    venerdì 28 ottobre 2011

    Ristrutturazione dell'ex-cinema Airone

    disegno tratto da Sirio.Regione.Lazio.it
    Sul sito del Comune di Roma si parla della struttura di Via Lidia.
    "Sarà ristrutturato e restituito alla città l’ex cinema Airone nel quartiere Appio, opera dell’architetto Adalberto Libera, caposcuola del razionalismo italiano. Roma Capitale avvierà la ristrutturazione con un investimento di 1,5 milioni di euro e un progetto di recupero che sarà realizzato dal Campidoglio e messo a gara nei prossimi mesi. Entro dicembre la struttura verrà, intanto, messa in sicurezza. I lavori dovranno trasformare la struttura di via Lidia, da anni in stato di abbandono, in un luogo di eventi e attività culturali per il territorio.

    L’iniziativa è stata presentata in Campidoglio dal sindaco Gianni Alemanno e dal presidente della Commissione capitolina Roma Capitale, Francesco Smedile.
    "L’opera ha un valore architettonico molto importante – ha spiegato Alemanno - quindi il suo recupero è una necessità per la città, anche dal punto di vista della lotta al degrado. Ma è importante anche l’aspetto sociale e culturale dell’iniziativa, perché si crea un centro polifunzionale in un quartiere affamato di questi spazi. Si tratta, quindi, di un'operazione di assoluto rilievo. Ora il nostro impegno è inserire questo spazio nel contesto generale delle iniziative culturali della nostra città".


    È già prevista la collaborazione con importanti fondazioni come Macro, MAXXI e Biennale di Venezia. Il CineAirone sarà gestito dai giovani attori italiani dell’associazione culturale Actor' s center, fondata da Michael Margotta, Veronika Logan, Velia Papa e Roberto Zibetti. Sarà questo gruppo di giovani talenti, beneficiando del supporto delle nuove tecnologie, a mettere a disposizione spazi e capacità artistiche per realizzare spettacoli di prosa, danza, musica, cinema, conferenze, mostre, eventi, presentazioni."
    segue sul sito del comune.

    fonti:
    Sirio.Regione.Lazio.It

    martedì 18 ottobre 2011

    Mercoledì 19 ottobre 2011: Apre la Biblioteca Goffredo Mameli al Pigneto

    via Pigneto.it sono venuto a sapere dell'inaugurazione della Biblioteca del Pigneto cui si era accennato un mesetto fà. L'inaugurazione si terrà domani (mercoledì 19 ottobre 2011) alle ore 16 e ci saranno 3 giorni di attività ed iniziative.
    Ricordo che sebbene la biblioteca sia nel municipio VI (isola pedonale pigneto) è l'unica biblioteca comunale raggiungibile facilmente dal IX, visto che ancora non è dato sapere quando riaprirà la Biblioteca Appia a San Giovanni.


    lunedì 17 ottobre 2011

    via Casilina Vecchia finalmente i marciapiedi !

    Il Comitato Casilina Vecchia - Mandrione finalmente ce l'ha fatta, sono iniziati i lavori di costruzione del marciapiedi, dopo anni di richieste e rinvii. Complimenti a Claudio & co.

    Avviso


    Sotto una foto dei lavori in corso

    lavori in corso

    lunedì 10 ottobre 2011

    Sosta selvaggia

    Di giorno o di notte, feriale o festivo, poco cambia ormai l'abitudine a parcheggiare in divieto di sosta e senza considerare minimamente i diritti di pedoni, ciclisti.
    Ed ormai anche centauri ed automobilisti non sono immuni, guardate la smart parcheggiata addosso al motorino che le sta dietro, e la punto blu parcheggiata sul passaggio che porta al parcheggio interno di un condominio.
    Nel frattempo i vigili camminano lungo via Appia non si sa con quale scopo visto che lungo tutta l'area ci sono auto parcheggiate in divieto che non vengono rimosse ne tantomeno multate.
    Serve una denuncia per fare quello che è il proprio compito istituzionale, ovvero far rispettare il CdS ?

    Furio Camillo - pista ciclabile occupata dalla automobili

    auto contro tutti !

    venerdì 7 ottobre 2011

    Villa Lais: potatura delle siepi che circondano la villa

    Chissà se qualcuno legge il blog o (meglio) qualcuno ancora si occupa di Villa Lais, comunque sia questa mattina ho avuto la sorpresa di vedere finalmente potate le siepi che cingono la villa su via Paolo Albera e su Via Deruta, domani controllerò il resto della villa.
    Certamente non sono ancora intervenuti nell'area giochi, ma visto che c'erano ancora rami in terra forse le operazioni sono ancora in corso.

    Aggiornamento del 8 ottobre 2011:
    • la siepe è stata potata lungo tutto il perimetro fra gli ingressi di via Paolo Albera e quello di Via Costamagna;
    • la siepe dell'area giochi per i bimbi è stata finalmente potata;
    • la palma che opprimeva l'apertura del cancello su via Costamagna è stata potata.


    Villa Lazzaroni: su via fortifiocca cancellata al posto del muro

    Addio a artisti ed imbrattatori che usavano il muro di via Fortifiocca che costeggia il parcheggio di Villa Lazzaroni, ora è stato sostituito da una cancellata, aggraziata, con piante nella parte interna.

    la bella cancellata vista dal parcheggio... costellato di brutture
    Indubbiamente consentirà di sorvegliare meglio l'interno del parcheggio di notte ed eviterà l'imbrattatura da parte di falsi artisti, ma anche l'occhio vuole la sua parte e forse sarebbe il caso di sistemare anceh il contesto.



    vecchia foto di murales sul muro esterno di via Fortifiocca
    (dal blog ZonaLais.altervista.org)

    martedì 27 settembre 2011

    Mandrione: acquedotto (in)felice

    via del Mandrione - sullo sfondo si intravede Porta Furba
    Quale logica c'è nell'abbandonare un frigorifero qui a ridosso dell'acquedotto ? non quella della convenienza economica perchè ci saranno dovuti venire apposta, ed hanno anche rischiato di incontrare una pattuglia dei Carabinieri che nel bene o nel male un guaio potevano farglielo passare.
    Il sito AMA spiega dove buttare (anche) i frigoriferi (gratis !) ossia nei centri di raccolta oppure presso i punti di raccolta mobili  ma allora perchè ?

    Ora chi interverrà a rimuoverlo ?

    lunedì 19 settembre 2011

    La fontanella di Villa Lais e le siepi

    Quante volte avrò chiamato l'ACEA per intervenire sulla fontanella di Villa Lais situata in prossimità dell'ingresso da via Costamagna ? decine ? di solito intervengono in tempi brevi riprisitinano la situazione con grande gioia di anziani e piccini. Ma comincio a pensare se non sia il caso di mettere il numero di telefono sulla fontanella, così almeno non debbono aspettare che qualche anima buona passi per caso e se ne occupi.
    Sabato la situazione era questa che genera tra l'altro anche un proliferare di zanzare... ma un'altra cosa balza agli occhi nella foto: la palma a ridosso del cancello. 

    fontanella con scarico otturato e palma non potata

    E stata prima legata, poi è stato spezzato un ramo perchè probabilmente dava fastidio nell'operazione di apertura del cancello o peggio era pericolosa per le persone visto che le foglie sono appuntite.
    Ma questo non è il solo caso di mancata potatura o comunque cura del verde della villa, dove la siepe di lauro che contorna il perimetro non è più stata potata ed è soffocata da altre piante. e dove anche l'area giochi dei bimbi è seminascosta dalle piante della siepe non potata che sporgono all'interno ed all'esterno.

    siepe selvatica sulla destra... senza contare la pavimentazione divelta
    Infine un paio di senzatetto hanno preso "la residenza" all'interno del parco alle spalle della collinetta artificiale sulla sinistra dell'ingresso da via Paolo Albera, sono dei poveretti come ce ne sono tanti in zona, che dormono sulle panchine o nei porticati dei palazzi, anche a causa del centro di assistenza di via Assisi.
    Insomma siamo alle solite fra qualche mese succederà qualcosa di irreparabile (speriamo di no) la villa sarà chiusa di nuovo per un lungo periodo e riqualificata (!) (e speriamo che accada perchè con l'aria che tira il rischio è che non ci siano più fondi per queste attività) perchè in questa città, in cui politici di qualunque schieramento e tipo di autorità amano molto di più riqualificare ed inagurare ed il concetto di manutenzione ordinaria è completamente sconosciuto.

    Villa Lazzaroni: la pista di pattinaggio è già rovinata

    Sabato mattina sono passato per Villa Lazzaroni per vedere l'effetto che fà senza le centinaia di persone dell'inaugurazione, a parte le persone sdraiate sui prati (ma è vietato dal cartello all'ingresso dal lato centro anziani) mi sono recato alla pista di pattinaggio (in prossimità dell'ingresso su Via Fortifiocca) e con grande scorno ho notato che la "vernice" è già saltata in molti punti. Frutto del concertino o dell'uso incauto dei pattinatori ? Possibile che sia sufficiente meno di una settimana per vanificare lavori attesi da anni ?
    Speriamo che ci sia una garanzia sul lavoro, ora scrivo anche all'URP del IX Municipio che però raramente risponde...
    La macchie bianche sono di "vernice" saltata

    A volte è solo questione di buona volontà

    Per mesi passando su via Deruta avevo fatto caso al motorino parcheggiato sul marciapiedi al lato della Villa Lais, fastidioso per le persone anziane, per le famiglie con passeggino e per i podisti della zona costretti ad evitarlo. Apparentemente in buon stato e posizionato sul cavalletto mi aveva stupido per il fatto che avesse il bauletto aperto e pieno d'acqua. Sere fa tornando a casa mi è venuto in mente di fotografare la targa e magari farla controllare. Ebbene grazie all'apposito sito del Ministero dell'Interno sono riuscito a "scoprire" che il motorino era rubato (addirittura dal 2007!) e sabato mattina mi sono rivolto al commissariato di zona in via Botero, gli agenti estremamente cortesi sono intervenuti immediatamente e nel pomeriggio di sabato già il motorino era stato rimosso. A volte basta veramente poco per vivere meglio...
    il motorino rubato prima di essere rimosso

    giovedì 15 settembre 2011

    Biblioteca comunale al Pigneto - imminente apertura ?

    schizzo del progetto della Biblioteca
    Da quando è stata chiusa la Biblioteca Comunale Appia a San Giovanni, in conseguenza del cantiere per la Metro C, ed escludendo i Bibliopoint presso i licei Russel (via Tuscolana altezza via Gela) e De Chirico (Largo Pannonia) il municipio IX è rimasto privo di un'effettiva struttura fondamentale come la Biblioteca pubblica.

    Si intravede ora uno spiraglio con la riapertura della Biblioteca del Pigneto che si è trasferita presso l'ex-stabilimento Serono tra via Casilina e Piazza del Pigneto (Municipio IV), in prossimità del confine con il nostro municipio. 
    Come al solito si consiglia di raggiungere il posto in bicicletta o con i mezzi pubblici (Ferrovia Roma-Pantano, bus 810).

    Speriamo che si arrivi al più presto all'apertura, più volte ritardata dalle polemiche sull'uso dei locali, argomento che esula da questo post.

    Lo schizzo è preso dal sito: Pigneto.it

    Villa Lazzaroni (la ri-inaugurazione)

    che c'entravano le bancarelle ?
    L'inaugurazione di che ? di una villa gioiello abbandonata a se stessa per anni e dopo averci speso tantissimo per recuperarla, si fanno giocare i bambini e passeggiare le persone sui prati ?

    Per i bambini vanno predisposte aree adeguate, non il prato appena risistemato, se si vuole farli giocare a pallone invece di mettere le porte da calcio sul prato (!), si poteva realizzare un mini campo con le reti in un angolo della villa, magari proteggendo il perimetro pepr evitare pallonate ai passanti. O forse pensate che possano convinvere partite agonistiche e mamme con passeggini o carrozzine ?
     
    Bello l'intervento di risistemazione togliendo la ghiaia, anche se il vialetto che conduce al campo di pattinaggio è rimasto in terra polverosa, ma certo non è stata una inaugurazione mirata a rendere consapevoli i frequentatori che un bene va mantenuto, evitando di danneggiarlo anche solo poggiando i piedi sulle pietre o passeggiando sui prati, per farlo ci sarebbe voluto qualche vigile urbano che in modo cortese ma fermo redarguisse le persone. 
    E stato tristissimo vedere l'invasione della gente richiamata da spettacolini, bancarelle e concertino, sulla nuova pista di pattinaggio, gente che magari quella villa neanche sapeva esistesse... e dopo poco già si era tolto uno dei serci che delimita i prati... se si comincia così, fra qualche giorno, cosa resterà di questa ristrutturazione?
     
    La pista di pattinaggio. Usata per un concerto invece che per usare pattini, skateboard o al limite tricicli per i più piccoli, è un esempio di come si intende rispettare un luogo.
    Se si vogliono fare concerti si potrebbe utilizzare il Teatro della Villa (chiuso da anni) e se proprio si volesse farli all'aperto si poteva pensare ad una piccola struttura all'aperto con tettoia leggera (molto frequenti all'estero, ma anche nel nord soprattutto nei paesi dell'alto adige) per consentire alle bande o musicisti locali di potersi esibire liberamente... 
     
    Insomma rispettare le destinazioni d'uso e sorvegliare è chiedere troppo ?

    mercoledì 7 settembre 2011

    Chiusure domenicali del sottopasso ferroviario sulla Tuscolana

    sullo sfondo il ponte e la strada chiusa
    (domenica 4 settembre)

    Via Gela: accoltellato dal ladro della sua auto

    da OKRoma:
    "Ha sferrato una coltellata a una coscia al proprietario dell’auto che stava rubando ed è scappato. [...] La tentata rapina è avvenuta ieri pomeriggio a via Gela, al Tuscolano, dove la vittima aveva parcheggiato. Ma quando è andato per riprendersi l’auto ha visto un uomo dalla pelle tatuata che tentava di forzare lo sportello. Senza pensarci su neanche un attimo il proprietario dell’auto si è precipitato verso il parcheggio per impedire il furto. [...] È a questo punto che è partita la coltellata."

    Da notare che in via Gela ci sono due istituti superiori (Russell e Augusto) ed una scuola elementare...

    lunedì 5 settembre 2011

    Sabato 10 settembre 2011: (ri)inaugurazione di Villa Lazzaroni

    Per informazioni vedi sito del Municipio Roma IX

    [Nota di RomaNove]
    Felici di assistere alla rinascita della Villa Lazzaroni, ma memori di quanto è già accaduto e stà accadendo a Villa Lais e Villa Fiorelli viene da chiedersi se in un paese civile c'è da festeggiare per la inaugurazione di una Villa comunale che ha dovuto essere riqualificata con grandi sacrifici economici dopo essere stata ridotta a deserto dall'incuria e dal vandalismo. A parziale scusante del Municipio e del Comune va detto che lo stato del sottosuolo ha creato ritardi nell'intervento, ma non sono un'assurdità questi interventi di riqualificazione dopo anni di abbandono? Non sarebbe preferibile la cura e la difesa continuativa che oltretutto garantirebbe meglio i posti di lavoro invece di interventi spot ?
    Ancora una volta c'è da augurarsi che non vengano spesi soldi pubblici per la festa.

    sabato 27 agosto 2011

    Chiusa anche via del Mandrione ?

    Sembra, sempre dal sito Luce Verde che a causa dei lavori al ponte ferroviario su  via Tuscolana sia chiusa anche via del Mandrione, nel tratto fra via Tuscolana e la Salita del Mandrione (che dovrebbe essere quella che si immette su via di Porta Furba).




    la zona ed i divieti dal sito luceverde.it